PARTITA:  LIVENTINA – SACRA FAMIGLIA  3-1

LIVENTINA :   Franzin E. ; Zane ; Bergamo ; Soriani ; Furlan ; Simonetto ; Cella (35° st Celante) ; Enzo (18° st Franzin A.) ; Ndiaye (24° st Ferrazzo) ; Pavan ; Bragato (15° st Marsonetto). (Marchese ; Michielin; Piva)

All. Massimo Dorigo

MARCATORI :  3° e 12° pt Bragato; 20° pt Soriani

AMMONITI:  Bragato; Marsonetto

CRONACA:  Una Liventina dai due volti quella vista sabato pomeriggio al comunale di Cessalto. Dopo il pareggio a reti bianche nel derby col Lia Piave infatti ci si attendeva una risposta decisa e determinata da parte dei ragazzi di mister Dorigo. Una partenza quasi perfetta porta la squadra immediatamente sul 3-0, grazie all’opportunismo di Bragato, micidiale sotto porta, e ad un colpo di testa dell’esterno Soriani, abile a sfruttare un cross proveniente da destra. Un inizio quasi perfetto, dove gli unici rischi corsi provenivano dalle troppe palle inattive concesse, lasciava intravedere un pomeriggio tranquillo per i biancoverdi. Ma il 3-0 facile fa inspiegabilmente calare l’attenzione e già nel corso della seconda metà del primo tempo ci sono state avvisaglie di ripresa da parte della compagine padovana. Ripresa che ci sarà nel secondo tempo dove già al 2° minuto (rigore parato da Franzin) gli ospiti vanno vicini ad accorciare le distanze, riuscendoci poi al 6°. Per 20 minuti la Liventina subisce le avanzate degli avversari senza riuscire a costruire un’azione degna di nota. Nella seconda metà di frazione, con una squadra più tecnica in campo, la Liventina riprendere il bandalo della matassa andando vicina al gol in un paio di occasioni con Cella, Marsonetto, Celante e Ferrazzo, rischiando tuttavia in un paio di occasioni di capitolare. Al fischio finale c’è sicuramente soddisfazione per quanto riguarda il risultato ma la prestazione della squadra dal 3-0 in poi deve far riflettere affinchè non si ripetano più cali di tensione di questo tipo. Concludendo, un plauso al portiere Enrico Franzin che para il secondo rigore in tre gare e al bomber Bragato alla seconda doppietta.